Bitman
Esperti Informatici

Piazza Gondar 16,
00199 - Roma
06 56 54 76 01

Blog & Guide

Le guide per gli utenti scritte dagli esperti.

Analisi dei rischi informatici per la tua azienda

All’interno di un’azienda è possibile incontrare differenti tipi di rischi. Sono da considerarsi infatti i rischi che riguardano la salute fisica, a causa magari di un incidente imprevisto o dell’utilizzo di materiali particolari. Ancora, è da considerarsi rilevante il rischio per la salute mentale, a causa di stress che può portare al burn out. Infine, non meno importante, bisogna prestare attenzione a svolgere un’accurata analisi dei rischi informatici per la tua azienda. I rischi informatici infatti possono causare un rallentamento della produttività dell’azienda ma anche accentuare lo stress psicofisico dei dipendenti. Per questo motivo è sempre bene essere pronti a prevenire e ad agire, in modo da non andare incontro a disservizi. Conoscere i rischi informatici a cui la propria azienda è sottoposta può solo che aiutare. Vediamo meglio di che cosa si tratta.

Analisi dei rischi informatici, che cos’è

L’analisi dei rischi informatici riguarda tutto ciò che all’interno dell’azienda ha a che fare con una parte informatica e i suoi eventuali rischi. Essa permette di poter valutare quanto sono efficaci le proprie contromisure nel caso si vada incontro a un rischio informatico. In particolare, l’analisi dei rischi informatici ha il compito di valutare la sicurezza e la stabilità delle infrastrutture tecnologiche e dei sistemi informativi. Questo vale anche per il discorso di privacy dei dati. Il termine rischio si utilizza poiché va a decretare le percentuali e le possibilità per cui uno specifico avvenimento possa arrecare danno all’azienda. Ogni rischio è composto da almeno tre fattori principali, vale a dire la causa, l’evento e l’effetto. L’analisi dei rischi informatici si occupa di capire quali sono le probabilità che un incidente informatico accada e valutare quali sono le contromisure più adatte per affrontarlo. Nel caso dei rischi informatici esiste un quadro normativo a riguardo che può aiutare l’azienda a orientarsi. Si tratta della norma ISO 31000 “Gestione del rischio – Principi e linee guida”. Essa consiste in una guida che illustra le best practice generali per la gestione del rischio, e quali sono i metodi di riferimento per affrontarlo.

Identificazione dei rischi informatici

Quando si vuole effettuare un’analisi dei rischi informatici è necessario anche riuscire a identificare i suddetti rischi informatici. In particolare, bisogna come prima cosa sapere di quanti asset informatici si compone l’azienda. Per asset informatici si intendono server, laptop, dispositivi mobili, software, dati e risorse informatiche. È sempre bene avere a disposizione un inventario che abbia al proprio interno tutti gli asset dell’azienda, in modo da sapere che cosa controllare.

Rischi informatici, analisi delle minacce

Durante un’analisi dei rischi informatici si devono valutare innanzitutto le possibili minacce. Queste minacce possono riguardare la salute fisica dei dispositivi ma anche il furto di dati e informazioni. L’analisi delle minacce, fase importante dell’analisi dei rischi informatici, consiste nell’identificare e valutare le possibili minacce che potrebbero causare danni all’azienda. Per valutazione si intende dire il calcolo delle probabilità che quella specifica minaccia si realizzi, in modo da essere pronti con una difesa e con un piano per affrontare la minaccia. Quando si valutano le minacce si devono considerare sia quelle interne che quelle esterne all’azienda. In ambito informatico, per minacce si intendono in modo principale atti, casuali o volontari, che portano a potenziali perdite per l’azienda o al furto di dati.

Minacce informatiche, quali le principali

Per riuscir a effettuare un’analisi dei rischi informatici valida è necessario sapere anche quali sono i principali rischi informatici a cui un’azienda può andare incontro. In particolare, eccone alcuni. Eventi naturali, quali terremoti, maremoti, incendi, che possono causare danni all’apparecchiatura dell’azienda. Guasti di hardware o software. Errori umani, più frequenti di quanto si pensi. Questi avvengono soprattutto per una scarsa conoscenza delle norme di sicurezza informatica. Per questo è sempre importante effettuare corsi di aggiornamento per i propri dipendenti. Attacchi cyber, come virus, malware o trojan. Questi attacchi possono danneggiare i software o i dispositivi dell’azienda. In particolare, tuttavia, possono arrivare a compromettere l’integrità e la privacy dell’azienda stessa. Furto di dati, che può causare ingenti danni all’azienda.

Valutare il rischio informatico, cosa significa

Avere il compito di effettuare un’analisi dei rischi informatici significa anche riuscire a valutare e gestire il rischio informatico stesso. Per poter valutare un rischio informatico all’interno di un’azienda è necessario per prima cosa sapere qual è il livello di sicurezza della propria azienda. Per fare questo ci sono alcuni valori da considerare. Sapere se ci sono fragilità nella rete dell’azienda e in caso quali esse siano. Esistono quattro aspetti fondamentali dell’informazione che è necessario proteggere, ovvero disponibilità, integrità, autenticità e riservatezza. È necessario sapere se l’azienda ha i mezzi per difenderli. Calcolare il rapporto migliore dei costi e benefici in termini di sicurezza informatica. Una volta che si conosce questo, l’azienda può passare alla fase successiva. Capire quante e quali sono le probabilità che si possa andare incontro a un attacco informatico. Valorizzare la sicurezza informatica dei dipendenti. Scegliere un piano di azioni e attività da svolgere in caso ci sia un attacco informatico. Poter fare le scelte giuste.

Come effettuare in azienda un’analisi del rischio informatico

Il motivo principale per cui si effettua un’analisi dei rischi informatici è quello di proteggere l’integrità, la disponibilità e la riservatezza dei dati dell’azienda. Queste informazioni necessitano di assoluta privacy. Una volta che ci si è assicurati di analizzare quali sono gli eventuali rischi a cui l’azienda può essere sottoposta, è possibile capire come mitigare o accettare i fattori di rischio. Solo in seguito, inoltre, è possibile creare un Business Impact Analysis, che permette di valutare quali potenziali perdite un accatto informatico potrebbe causare. In particolare, è necessario individuare due fattori fondamentali. Recovery Time Objective (RTO), che consiste nel valutare di quanto tempo si necessita per riuscire a ripristinare l’operatività della rete aziendale. Questo permette di capire in quanto tempo si può tornare operativi. Recovery Point Objective (RPO), che mira a calcolare qual è il tempo massimo che si viene a creare tra la generazione di un’informazione, la sua messa in sicurezza e la quantità massima di dati che si potrebbero perdere a causa di un guasto. Una volta che si stabiliscono questi fattori è possibile effettuare piani di strategia.

Come gestire il rischio

Dopo che si è effettuata un’analisi dei rischi informatici per la propria azienda è bene capire anche come è possibile gestire i suddetti rischi. Riuscire a gestire i rischi infatti vuole anche dire quali sono i rischi che hanno un’alta probabilità di verificarsi e quelli che l’hanno più bassa. A seconda di questo è possibile capire come procedere.

Gestione del rischio, quali sono le fasi

Per capire in che modo gestire i rischi è bene suddividere la procedura in step differenti. Identificare il rischio. Questo passaggio consiste nell’identificare tutti i potenziali rischi di tipo informatico per l’azienda e descriverli. Tra questi rischi ci sono possono essere disastri naturali, errori umani, rischi i progetto, di business, di mercato, finanziari e operativi. Analizzare il rischio. In questa fase è bene capire quali sono le probabilità che un nuovo rischio si possa verificare e valutare anche le potenziali conseguenze. Valutazione del rischio. Il modo più efficace per combattere un rischio è quello di capire quale può essere la sua portata e quali danni può arrecare. È in questo momento che si decide, inoltre, quale livello di rischio l’azienda può riuscire a gestire e quali rischi si devono affrontare nell’immediato. Mitigazione del rischio. Una volta che si è riusciti a stabilire la priorità dei rischi, si può elaborare una strategia che possa permette di minimizzare il rischio il più possibile. Monitoraggio del rischio. Anche se si sa come combattere i rischi, è sempre necessario monitorare l’azienda e tenerla sotto controllo per scongiurare altri rischi. L’analisi dei rischi informatici all’interno di un’azienda prevede tutti questi step che non risultano mai superflui.

Rischio informatico, perché analizzarlo

I rischi informatici, per quanto ormai comuni, non accadono sempre con frequenza. Per questo c’è chi pensa che sia possibile rimandare un’analisi del rischio informatico. Sempre per questo motivo, non tutte le aziende investono risorse nella sicurezza informatica e nell’informare i propri dipendenti. Tuttavia, i benefici che un’analisi dei rischi informatici nella propria azienda può portare superano di gran lunga e nell’immediato i contro. Un attacco informatico, in un’epoca tecnologica come questa, è sempre possibile. Inoltre, è ancora più possibile l’errore umano. Rischiare di trovarsi nel mirino di un attacco informatico e non essere preparati in modo adeguato potrebbe portare l’azienda a perdere tempo prezioso ma, soprattutto, guadagni e introiti. La credibilità di un’azienda si trova spesso compromessa quando essa finisce sotto l’attacco di un criminale informatico che ne ruba i dati. Per questo motivo non è mai uno spreco di tempo investire sulla sicurezza informatica e sull’analisi dei suoi rischi.

Analisi dei rischi informatici, conclusione

Ormai ogni azienda è connessa a internet ed è dotata di dispositivi informatici. Per questo motivo i rischi informatici sono superiori a quelli di diversi anni fa. La tecnologia è un valido aiuto ma comporta, come ogni cosa, dei rischi. L’importante, tuttavia, è sempre non farsi trovare impreparati. Per questo motivo è bene effettuare con regolarità un’analisi dei rischi informatici all’interno della propria azienda, in modo da sapere a che cosa si può andare incontro e come affrontarlo. I professionisti di Bitman sono sempre a disposizione dei clienti con professionalità, educazione e puntualità. Clicca qui per un consulto.
  • Visite: 202
Bitman è un servizio di assistenza tecnica per privati, professionisti e aziende.

Contattaci

Piazza Gondar 16, 00199 Roma
Bitman - Esperti Informatici® è un marchio della Ceo Tech Solutions Srl - P.Iva 14616611001